Riserva Dello Zingaro

Nel tratto di costa che va da Castellammare del Golfo A San Vito lo Capo, 7 chilometri di natura incontaminata dove vivono e nidificano i rapaci, si estende la Riserva Naturale dello Zingaro, una delle più famose d'Italia; chi desidera immergersi in una natura senza tempo, dove passato e presente si fondono armoniosamente, non potrà fare a meno di visitarla. Raccontare, con poche parole, la bellezza di questo luogo non è facile, le piccole baie pavimentate da candidi ciottoli, il mare che si tinge di inattesi toni di verde e di azzurro, gli scogli appuntiti che separano le diverse spiaggette, la  macchia mediterranea che sembra tuffarsi nel mare e le antiche case coloniche costruite sulla roccia si susseguono mischiandosi  ai profumi e ai colori, sfoderando tutto il loro fascino.

Percorrendo l’ autostrada in direzione Trapani imboccare lo svincolo per Castellammare del Golfo, quindi proseguire sulla Strada Statale 187. A circa 4 Km seguire le indicazioni per Scopello fino a raggiungere la costa. Arrivati in località Guidaloca, seguire le indicazioni per la Tonnara di Scopello dove si possono ammirare i magnifici faraglioni. Superata la tonnara dopo pochi km si arriva al piazzale della Riserva. Lasciata l'automobile nell'apposito parcheggio, si prosegue a piedi, a partire da Cala di Mazzo di Sciacca, La prima cala, e la più frequentata in estate. Se invece avete voglia di camminare, volete trovare una caletta meno affollata o godervi i gli
angoli più nascosti di questa meravigliosa costa non dovete fare altro che addentravi nel sentiero e raggiungere le altre calette : Cala del varo, cala della Disa, Cala Beretta, Cala Marinella, Cala Torre dell Uzzo.

La vegetazione è un’esplosione di colori specialmente in primavera; gli olivastri, i mandorli, i carrubbi si mescolano alle rigogliose distese di palme nane e alle numerose ed eleganti orchidee, mentre i frassini e gli alberi da sughero si alternano all'euforbia e al lentisco. La palma nana,  presente in tutta la zona, è il simbolo indiscusso della Riserva dello Zingaro; con le sue foglie, i contadini  creavano oggetti di uso quotidiano, molti dei quali sono oggi custoditi nel piccolo Museo della Riserva.  A chi non può percorrere la Riserva a piedi consigliamo di ammirarne la bellezza dal mare, noleggiando un gommone o facendo un’escursione in barca con partenza

giornaliera da Castellammare del Golfo.

(FONTE RISERVAZINGARO.IT)

- il biglietto costa 5 € - Ridotto: 3 € (ragazzi fino a 14 anni)
- Speciale: 1 € (scolaresche )
- Gratuito: cittadini italiani età superiore ai 65 anni